venerdì 31 maggio 2013

Quale mondo vogliamo lasciare ai nostri figli?

Europa, eutanasia e suicidio assistito | Tempi.it: "La domanda vera è quale mondo vogliamo lasciare ai nostri figli?"

«Deriso perché gay, si getta dalla finestra». Ma oggi i giornali ci ripensano: «Niente omofobia né bullismo»
Leggi di Più: Deriso perché gay si suicida, retromarcia dei giornali | Tempi.it
Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

Papa Francesco: “credo che tante volte ci piacciano più le lamentele” !!!

Papa Francesco: Dio è gioia, il Vangelo non si porta avanti con i cristiani sfiduciati: " L’eternità sarà quello: lodare Dio! E quello non sarà noioso: sarà bellissimo! Questa gioia ci fa liberi".

Il modello di questa lode, e di questa gioia, è ancora una volta la Madre di Gesù. “La Chiesa – ricorda Papa Francesco – la chiama “causa della nostra gioia”, Causa Nostrae Letitiae. Perché? Perché porta la gioia più grande che è Gesù!”

Portati in braccio dalla Provvidenza

"La Provvidenza premia gli audaci!" P. Livio stamattina incoraggia i giovani a non aspettare false sicurezze per formarsi la propria famiglia.

Io e Modesto ci siamo sposati fondando il nostro amore sulla Roccia. Quel poco che avevamo preparato è saltato in aria per una fuga di gas dopo una sola notte. Bellissima l'avventura con la Provvidenza sempre accanto! La nostra ricchezza: i figli, nonostante la paura di non poterceli permettere. Se Dio Padre ce li dava, avrebbe provveduto...e lo ha fatto!


Tutto crolla. Solo Dio resta. Dio è AMORE.

Quanti prodigi tu hai fatto, Signore Dio mio, 
quali disegni in nostro favore: 
nessuno a te si può paragonare. 
Se li voglio annunziare e proclamare 
sono troppi per essere contati. (Salmo 40,6)


giovedì 30 maggio 2013

Tanto più dobbiamo ringraziare il Signore!

Nel giorno della Prima Comunione di Carlo


 c'è stata anche questa gioia: ordinati tre nuovi presbiteri don Elia, don José Miguel e don Bartolomeo!  


Carlo Acutis. La vita e la fede del servo di Dio | Tempi.it

Il male ero io, il libro di Pietro Maso | Tempi.it

Il male ero io, il libro di Pietro Maso | Tempi.it: "Perdonare non vuol dire voltare pagina e fare come se non fosse successo nulla. Vuol dire vedere tutto, anche quel delitto, alla luce della fede. Non è che uno dimentica. Il perdono è una cosa profonda e uno deve sentirsela dentro per poter vivere bene. Odiando non so come si potrebbe vivere."


mercoledì 29 maggio 2013

Dio perdona SEMPRE

Non dimenticate questo: Dio sempre perdona! E Lui ci riceve nel suo amore di perdono e di misericordia. Il peccato è un’offesa a Dio, ma anche l’opportunità; l’umiliazione per accorgersi che c’è un’altra cosa più bella, che è la misericordia di Dio’. Pensiamo a questa cosa. (Papa Francesco, oggi)

martedì 21 maggio 2013

Chi sei dolce Luce?

Chi sei tu, dolce Luce, che mi riempie e rischiara l’oscurità del mio cuore? Tu mi guidi come mano materna e se...(In... visibile)

Satana è pervertito e pervertitore. (Paolo VI)

Il demonio non è pericoloso negli indemoniati ma nella tentazione, nella seduzione. (P. Livio dai microfoni di Radio Maria oggi)

La falsa umiltà

Il Signore Gesù ci dia questa grazia: non diventare cristiani di buone maniere e cattive abitudini. (Papa Francesco, 18 Maggio 2013)





Questa è la santità: sentire l'abisso della propria miseria e chiamare Dio a ricolmarlo!

Maledicano essi, ma tu benedicimi; 
insorgano quelli e arrossiscano, 
ma il tuo servo sia nella gioia. (Salmo 109,28)

lunedì 20 maggio 2013

Pentecoste con il Papa

LA GEMMA DI KIKO ARGUELLO – lo Straniero


Il Santo Padre ha detto a Kiko: “Dopo l’annuncio del Vangelo nelle piazze, preparati a un colpo di coda del demonio contro di te”. Il Papa ha inoltre comunicato loro che presto gli concederà un’udienza privata. (Da Zenit)



venerdì 10 maggio 2013

Papa Francesco: il cristiano è gioioso

Il cristiano è un uomo e una donna di gioia. Questo ci insegna Gesù, ci insegna la Chiesa, in questo tempo in maniera speciale. Che cosa è, questa gioia? E' l'allegria? No: non è lo stesso. L'allegria è buona, eh?, rallegrarsi è buono. Ma la gioia è di più, è un'altra cosa. E' una cosa che non viene dai motivi congiunturali, dai motivi del momento: è una cosa più profonda. E' un dono.

L’allegria, se noi vogliamo viverla tutti i momenti, alla fine si trasforma in leggerezza, superficialità, e anche ci porta a quello stato di mancanza di saggezza cristiana, ci fa un po’ scemi, ingenui, no?, tutto è allegria… no. La gioia è un’altra cosa. La gioia è un dono del Signore. Ci riempie da dentro. È come una unzione dello Spirito. E questa gioia è nella sicurezza che Gesù è con noi e con il Padre. (Tempi)