domenica 29 luglio 2012

Quale GRANDE AMORE ci ha dato il Padre!

In... visibile: Il coraggio del primo passo.



Noi sappiamo che tutto concorre al bene di coloro che amano Dio.

Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi? 

Egli che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per tutti noi, come non ci donerà ogni cosa insieme con lui? 

Chi accuserà gli eletti di Dio? Dio giustifica. 

Chi condannerà? Cristo Gesù, che è morto, anzi, che è risuscitato, sta alla destra di Dio e intercede per noi?

Chi ci separerà dunque dall'amore di Cristo? Forse la tribolazione, l'angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada?

Proprio come sta scritto:
Per causa tua siamo messi a morte tutto il giorno,
siamo trattati come pecore da macello.

Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori per virtù di colui che ci ha amati.

Io sono infatti persuaso che né morte né vita, né angeli né principati, né presente né avvenire,

né potenze, né altezza né profondità, né alcun'altra creatura potrà mai separarci dall'amore di Dio, in Cristo Gesù, nostro Signore. (cfr Rm 8)



mercoledì 25 luglio 2012

Andiamo #OL3

Sei tu che hai creato le mie viscere e mi hai tessuto nel seno di mia madre.
Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio; sono stupende le tue opere, tu mi conosci fino in fondo.
Non ti erano nascoste le mie ossa quando venivo formato nel segreto, intessuto nelle profondità della terra.
Ancora informe mi hanno visto i tuoi occhi e tutto era scritto nel tuo libro; i miei giorni erano fissati, quando ancora non ne esisteva uno. (Dal Salmo 139)

 Il modo di agire di Dio – molto differente dal nostro – ci dà
consolazione, forza e speranza, perché Egli non si stanca
mai di avere pazienza con noi. (Benedetto XVI)

La falsità, la violenza ed i luoghi comuni contro il Papa e la Chiesa evidenziano che fa molto male non ascoltarli.
La particella maledetta (da scientisti e creazionisti)...>
Adesso bisogna attrezzarsi per lo smaltimento dei rifiuti tossici prodotti...>

lunedì 23 luglio 2012

La famiglia fra uomo e donna è stata il fondamento istituzionale esclusivo di tutte le civiltà precedenti il cristianesimo e di tutti i popoli. Da sempre.

CARO GALIMBERTI, S’INFORMI (prima di scrivere): PLATONE VA D’ACCORDO COL PAPA E SCOLA, NON CON BERSANI E VENDOLA Ora, fare di Platone un teorico e paladino della “democrazia” (oltretutto una democrazia moderna e libertaria) è – a dir poco – surreale. (Antonio Socci)


«L’Italia è uno strano Paese, perché l’aborto è gratis, mentre un’ecografia di controllo all’embrione, no. Si vota a 18 anni mentre si può abortire a 16 … Gli alimenti al coniuge separato sono detratti dalle tasse, mentre se si trasferisce la stessa somma all’interno della famiglia non si hanno detrazioni. Se una colf viene assunta aumenta il valore del Pil, mentre se la colf si sposa e continua a fare le stesse cose il Pil si abbassa. Se si danno contributi alle famiglie per la scuola non statale si grida allo scandalo, mentre se la scuola statale è gratis anche per i ricchi non ci sono problemi; cioè i ricchi possono scegliere, i poveri no. Se si tratta di rottamazioni, ristrutturazioni edilizie, le agevolazioni sono senza limiti, mentre per i sostegni alla maternità, le detrazioni fiscali per i figli, le agevolazioni sono sempre con limiti di reddito. Se si è sindacalista si hanno permessi e distacchi, mentre se si deve andare a parlare con gli insegnanti dei propri figli si devono chiedere le ferie. Se si iscrivono i figli all’asilo, i separati hanno un punteggio maggiore rispetto alle famiglie “regolari”, mentre queste ultime fanno la fila e spesso non trovano posto. Se si assume una baby sitter si hanno contributi, mentre se una nonna fa la baby sitter, no; l’unica soluzione è che due famiglie si scambino le nonne e le assumano! L’integrazione al minimo nel trattamento previdenziale delle donne casalinghe tocca alle separate e alle divorziate, mentre non spetta alle donne regolarmente sposate. Si detraggono i soldi per le spese per gli animali domestici, mentre non si detraggono le spese di cura per gli anziani e i soggetti deboli». 
(Luisa Santolini, 2004....e non è cambiato nulla, direi!)


La Chiesa ricorda Santa Brigida. Il Papa: la fede regalò gioia al suo matrimonio...>

venerdì 20 luglio 2012

“Ol3: né indignati né rassegnati”

L'esperienza "Ol3"...>





‎"Misericordia io voglio e non sacrificio", vuol dire: voglio usare misericordia, non condannare. Il suo equivalente biblico è la parola che si legge in Ezechiele: "Non voglio la morte del peccatore, ma si converta e viva". Dio non vuole "sacrificare" la sua creatura, ma salvarla. (Raniero Cantalamessa)

giovedì 19 luglio 2012

Parlano di pace al loro prossimo, ma hanno la malizia nel cuore.

Sia benedetto il Signore, 
che ha dato ascolto alla voce della mia preghiera; 
il Signore è la mia forza e il mio scudo, 
ho posto in lui la mia fiducia; 
mi ha dato aiuto ed esulta il mio cuore, 
con il mio canto gli rendo grazie.
(Dal Salmo 28)


Non aver paura che la vita possa finire. Abbi invece paura che possa non cominciare davvero (J. H. Newman).

mercoledì 18 luglio 2012

“La politica è più che una semplice tecnica”

Il riferimento è andato in particolare all'educazione dei giovani “a valori che, con troppa disinvoltura, sono stati messi da parte nel vivere sociale e, invece costituiscono vere e proprie linee di cambiamento che dicono quanto sia doveroso l’impegno educativo per la comunità ecclesiale ma anche per quella civile”.
Come esempio da seguire, Moraglia ha citato il beato Giuseppe Toniolo, l'economista che “sosteneva, con forza, l’intrinseco legame fra etica ed economia: tale legame affonda le sue radici nel Vangelo e, nell’attuale crisi, questo insegnamento oggi mostra tutto il suo valore”.
Il pensiero economico di Toniolo, peraltro, è in perfetta sintonia con il pensiero politico del papa regnante, ha osservato il Patriarca. Nella Caritas in Veritate, infatti, Benedetto XVI ricorda che “La politica è più che una semplice tecnica” e che compito dello stato è “come realizzare la giustizia qui ed ora” (CIV, 28).

Da "Le lettere di Berlicche" di C. S. Lewis

Egli vuole uomini che si preoccupino di ciò che fanno: nostro compito è invece di farli pensare sempre a ciò che capiterà loro. 


La strada più sicura per l'Inferno, ricordalo, è quella graduale - è il dolce pendìo, il soffice suolo, senza brusche voltate, senza pietre miliari, senza indicazioni. 

lunedì 16 luglio 2012

Guidati da Cristo

"Essere guidati da Cristo è possibile solo per coloro che hanno una intensa vita di preghiera”
Preghiera senza tiepidezza, anima del rinnovamento: così il Papa a 450 anni dalla riforma del Carmelo...>

domenica 1 luglio 2012

Ciao Teresa!

O Dio, che ci hai resi partecipi del mistero del Cristo
crocifisso e risorto per la nostra salvezza,
fa' che la nostra sorella Teresa,
liberata dai vincoli della morte,
sia unita alla comunità dei santi nella Pasqua eterna.
Per Cristo nostro Signore. Amen.