domenica 29 agosto 2010

La storia e le madri

''La storia dovrebbe essere scritta dalle madri, non dai diplomatici o da quei cronisti che misurano tutto secondo il gonfiore del potere e secondo il colore della loro bandiera. Una madre sente il polso della storia.'' Tanino Minuta

venerdì 20 agosto 2010

Questo è il ‘passaporto’ !!!



“Non basterà pertanto dichiararsi ‘amici’ di Cristo vantando falsi meriti: ‘Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze’ (Lc 13,26). La vera amicizia con Gesù si esprime nel modo di vivere: si esprime con la bontà del cuore, con l’umiltà, la mitezza e la misericordia, l’amore per la giustizia e la verità, l’impegno sincero ed onesto per la pace e la riconciliazione. Questa, potremmo dire, è la ‘carta d’identità’ che ci qualifica come suoi autentici ‘amici’; questo è il ‘passaporto’ che ci permetterà di entrare nella vita eterna”. (Angelus, 26 agosto 2007)


RADIO VATICANA: La Parabola del banchetto nuziale. Il Papa: Dio non si scoraggia mai nell'amore

lunedì 16 agosto 2010

Mangiare in famiglia migliora gli apporti nutrizionali

Condividere i pasti con i familiari sembra comunque avere sui ragazzi una serie di ripercussioni positive che vanno ben oltre le abitudini alimentari...>

giovedì 12 agosto 2010

Ripenso al mio...


...avuto a 17 anni, recidivato a 19. Ringrazio tutti coloro che mi hanno circondato di premure ed affetto! Dio li conosce bene e se ne ricorderà!
Bella la testimonianza di questo ragazzo con gli occhi pieni di Cielo!

martedì 10 agosto 2010

Waka waka francescana

Il Piccolo Principe

I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.

Emily Dickinson

Udivo, come se non avessi orecchi
finché una Parola Vitale
percorse tutta la strada dalla Vita a me
e allora seppi che avevo udito.

Vedevo, come se i miei occhi fossero
di un altro, finché una cosa
e ora so che era Luce, perché
era adatta a loro, giunse.

Abitavo, come se io stessa fossi fuori,
solo il mio corpo dentro
finché una Forza mi scoprì
e inserì in me il nocciolo -

E lo Spirito si volse alla polvere
"Vecchia amica, tu mi conosci",
e il tempo uscì ad annunciare la Notizia
e incontrò l'Eternità.
I heard, as if I had no Ear
Until a Vital Word
Came all the way from Life to me
And then I knew I heard -

I saw, as if my Eye were on
Another, till a Thing
And now I know 'twas Light, because
It fitted them, came in.

I dwelt, as if Myself were out,
My Body but within
Until a Might detected me
And set my kernel in -

And Spirit turned unto the Dust
"Old Friend, thou knowest me",
And Time went out to tell the News
And met Eternity

Biffi su Solovev

"...amico della verità e nemico dell'ideologia. Proprio di guide come lui abbiamo oggi un estremo bisogno."
Leggi...>

lunedì 9 agosto 2010

Il racconto di una storia vera che impreziosice il cuore di chi legge!

Sulle braci della vita...>

Scienza e Fede

“Uomini che cominciano a combattere la Chiesa per amore della libertà e
dell’umanità, finiscono per combattere anche la libertà e l’umanità pur
di combattere la Chiesa”. Gilbert K. Chesterton

Charles Darwin (biologo, geologo, zoologo e botanico)
"Vi è qualcosa di grandioso in questa concezione della vita, con i suoi diversi poteri, originariamente impressi dal Creatore in poche forme o in una forma sola; e nel fatto che, mentre il nostro pianeta ha continuato a ruotare secondo l'immutabile legge della gravità, da un così semplice inizio innumerevoli forme, bellissime e meravigliose, si sono evolute e continuano ad evolversi".
Tutti quelli che lo strumentalizzano a loro favore non sanno neppure come la pensava! (L'origine della specie - C. Darwin)

“Essendo un amante della libertà, quando avvenne la rivoluzione nazista in Germania, guardai con fiducia alle università sapendo che queste si erano sempre vantate della loro devozione alla causa della verità. Ma le università vennero zittite, e non protestarono. Allora guardai ai grandi editori dei quotidiani che in ardenti editoriali proclamavano il loro amore per la libertà. Ma anche loro, come le università vennero ridotti al silenzio, soffocati nell'arco di poche settimane, e non protestarono. Solo la Chiesa rimase ferma in piedi a sbarrare la strada alle campagne di Hitler per sopprimere la verità. Io non ho mai provato nessun interesse o stima particolare per la Chiesa prima, ma ora provo nei suoi confronti grande affetto e ammirazione, perché la Chiesa da sola ha avuto il coraggio e l'ostinazione per sostenere la verità intellettuale e la libertà morale. Devo confessare che ciò che io una volta disprezzavo, ora lodo incondizionatamente”
(da Intervista di Albert Einstein, Time magazine, 23 dicembre 1940)

«Tutti i giganti della scienza sono sempre stati credenti. La fisica studia la componente immanente della nostra esistenza, mentre la fede riguarda l’aspetto trascendente. L’ateismo dice che quest’ultimo non esiste, ma non lo sa dimostrare. Che la scienza non possa essere in contrasto con la fede, lo rivela il modo in cui è nata la fisica. Cioè dal pensiero di Galileo Galilei, che ha lasciato scritto: «Colui che ha fatto il mondo è più intelligente di tutti, filosofi, matematici e fisici messi insieme. E l’unico modo per sapere come ha fatto a crearlo è porgli delle domande». Ma come mai oggi noi non riusciamo a vedere Dio? «Perché Dio non esiste, dicono gli atei. Ma la sfera trascendente non può obbedire alle stesse leggi della materia. Quando tra cinque miliardi di anni il sole si spegnerà, il trascendente sarà ancora tutto lì e rimarrà invariato, perché si trova al di fuori del tempo». Ma questo è un argomento scientifico? Assolutamente si. Il celebre fisico continua: «Io posso affermare tutto questo proprio grazie alla scienza. Se non fosse per la fisica, io non riuscirei a convincere il mio amico ateo che esiste una logica che regge il mondo. Se c’è qualcosa che può mettere in crisi l’ateismo è l’esistenza di questa logica. Chi la nega, contraddice la scienza. Se non esistesse questa logica io sarei disoccupato. E invece no, sono occupatissimo, nel tentativo di comprendere le conseguenze di questa logica. Mentre se fossimo figli del caos allora avrebbero ragione i miei amici atei. Il messaggio della scienza è che c’è una logica, e se c’è allora ci deve essere anche un Autore. Coloro che negano l’esistenza dell’Autore sono in contraddizione logica. L’ateismo quindi è atto di fede nel nulla, non è un atto di ragione». Antonino Zichichi (fisico e divulgatore scientifico)

Edith Stein

venerdì 6 agosto 2010

David Garrett - November Rain

Trasfigurazione del Signore



Diamo qui di seguito il testo del discorso, preparato per l’«Angelus», che Paolo VI non ha potuto pronunciare, come era suo desiderio, alla presenza dei pellegrini a Castel Gandolfo, a causa della malattia. Il Papa è entrato nella pace del Signore alle 21,40 di oggi, domenica 6 agosto 1978, Trasfigurazione del Signore.

6 AGOSTO - Hiroshima

Roberto Saviano e Bono

Vi racconto Bono
lontano dal palco...>

Mount Tabor הר תבור

Monte della Trasfigurazione: indimenticabile scalata!

‎"Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me.
Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma io vi ho scelti dal mondo, per questo il mondo vi odia." Gv 15, 18-19