giovedì 31 gennaio 2008

mamma mia!

Non so fino a quando potrò esclamarlo, ma dobbiamo davvero uniformarci al pensiero imposto senza ragione o sono proprio io che non capisco???

mercoledì 30 gennaio 2008

"mahatma"

Lo scienziato conosce tramite l'indagine scientifica.

Il poeta per via emozionale.

Il mistico conosce per identificazione.


L’uomo è il tempio del Regno dei Cieli e nell’esistenza tutto è sacro. Mettersi sul sentiero del silenzio significa intraprendere un viaggio straordinario verso la comprensione di questa grande verità. In questo quadro la meditazione riveste un ruolo fondamentale, in quanto ha il potere di farci trionfare sugli stati mentali negativi apportando pace e purezza nel cuore. Rifacendomi a una frase di William Blake: “quando le porte della percezione sono pulite, l’uomo può vedere le cose come realmente sono: infinite”
.
Juri Camisasca





"Esattamente 60 anni fa, il 30 gennaio 1948 moriva, ucciso da un fanatico, il “mahatma” Gandhi, fondatore della lotta non violenta e padre dell’indipendenza indiana. Una vita, quella di Gandhi, all’insegna della battaglia politica contro ogni segregazione razziale. I suoi ideali erano basati su tre punti fondamentali: l’autodeterminazione dei popoli, la nonviolenza e la tolleranza religiosa. " (dalla RV)

"Il nipote dice che in India la filosofia di Gandhi è molto poco conosciuta. Ma anche l’Occidente che ne esalta l’immagine e la usa, non sembra troppo desideroso di capirlo. Né di imitarlo (se non per la dieta e l’abbronzatura)"


...uno straordinario segno di speranza anche in Europa, a pochi chilometri dal nostro paese, è stata invertita la corsa verso il basso che caratterizza la nostra civiltà: un futuro diverso è possibile!

sabato 26 gennaio 2008

sei fatto per amare


"O uomo, perché hai di te un concetto così basso, quando sei tanto prezioso per Dio? Perché mai, tu che sei così onorato da Dio, ti spogli irragionevolmente del tuo onore? Perché indaghi da che cosa sei stato tratto e non ricerchi per qual fine sei stato creato? Tutto questo edificio del mondo, che i tuoi occhi contemplano, non è stato forse fatto per te?..." San Pietro Crisologo



"la pace nel cuore è il cuore della pace" (GPII)


MAI PIU' GUERRA

ogni vita è più importante di qualsiasi grande idea!

martedì 22 gennaio 2008

la verità rende liberi...e felici!!!

Molti anticlericali e massoni si sono prodigati in questi giorni a rigirare la pessima frittata dei quattro balordi della Sapienza, bravissimi però a inscenare spettacolini, predicando dai loro pulpiti mediatici che lo scontro lo vuole il Papa! Con le parole si può essere bravi a raccontare qualsiasi cosa, ma gli affamati di verità sono ormai arcistufi delle polpette avvelenate che dobbiamo sorbirci.
Non si possono mettere sullo stesso piano abili lingue farneticanti con chi dà la sua vita fino in fondo per AMORE a tutti!
Spero di ascoltarlo sempre di più per apprendere da lui quella mitezza immensa che sicuramente non ho in questa misura...senza misura(specie quando ci appellano "popolo bue" dal momento che non ci piacciono i loro sproloqui)! Gioisco al vedere che sono in ottima e davvero allegra (e non così per dire) compagnia!!!
Trovate su giowind.eu tanti video interessanti e l'ottimo servizio del tg2...e visto che siete lì vi consiglio di leggere i commenti ai post sull'argomento e, magari, partecipare al dibattito...

sabato 19 gennaio 2008

squallido spettacolo che spero di non rivedere ma..

...purtroppo i media vanno proprio in cerca di esibizioni belle o brutte che siano non importa!
Mi sono già espressa subito sui blog panta rei e su giowind.eu e non voglio ripetermi qui, ma non riesco a non esternare il mio disgusto per coloro che si ritengono figli dell'Illuminismo (e guai a chi parla di radici cristiane dell'Europa!) e dovrebbero illuminarci con i loro alti ragionamenti e poi non sanno usare meglio la loro becera mala lingua!
Leggi quanto dice un matematico ebreo e così tralascio gli appellativi che vorrei usare io...>

cambiamo decisamente argomento:
ho cambiato per l'ennesima volta nick e a qualcuno già non piace perchè ricorda marijuana :D
ed io sarei proprio Juana Maria, ma non voglio diventare l'oppio del blog!
Nonostante il vecchio sondaggio, ho accettato il suggerimento di Chiara Novella e così anno nuovo...nick nuovo "Jo ianua" che non ha nessuna affinità con l'erba, ma è un termine latino!

venerdì 18 gennaio 2008

grazie Davide!

mi è piaciuta parecchio anche per quel flauto stile Jethro Tull che però non c'è nelle versioni dal vivo che trovo su YouTube...

mercoledì 16 gennaio 2008

il mistero della nascita in un film


"un film emozionante come un thriller, commovente come una storia d'amore, destinato a far discutere e piangere, ma soprattutto a dividere...>"

Ecco qui, senza mistificazioni, come si lotta efficacemente l'AIDS...>

venerdì 11 gennaio 2008

capitale umano


La speranza in Dio non è un'illusione, è certezza che Dio ha cura di noi.
Lo esprime molto bene Francesco Alberoni nell'intervista che potete leggere qui ed io ne sono certa perchè con le illusioni non si "campano" mica sei figli!!! Salite voi forse in macchina con qualcuno che non sa dove sta andando? Forse per un giretto o un tragitto più o meno breve, ma non vi verrà ad un certo punto la voglia di andare da qualche parte?
Vorreste salire su una bellissima nave da crociera con nessuno al timone e che và alla deriva? Beh, se voi volete essere così insensati fate pure, ma io non ci vado con i figli che ho messo al mondo! Ecco: non si devono mettere al mondo figli perchè i rischi sono tanti e tali che non si può! Purtuttavia io ho investito sul capitale umano, come lo chiama il premio Nobel Gary Becker, perché so che stiamo molto a cuore a Qualcuno e di Lui mi fido! Homo homini lupus!!!

tengo sed de Ti

martedì 8 gennaio 2008

il mandorlo è fiorito!




E' bello e fragile e riesce sempre a stupirmi...come la nostra città!
(la foto in basso è tratta dal blog di elio di bella)

genio femminile "honoris causa"

Mi è gradita l'occasione di questo articolo per conferire oggi l'insigne titolo alla suora che placcò Alì Agca.

nada es imposible para Ti

domenica 6 gennaio 2008

Oggi la Chiesa celebra : EPIFANIA DEL SIGNORE


Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 2,1-12.

Gesù nacque a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode. Alcuni Magi giunsero da oriente a Gerusalemme e domandavano: «Dov'è il re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella, e siamo venuti per adorarlo». All'udire queste parole, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i sommi sacerdoti e gli scribi del popolo, s'informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Messia. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda: da te uscirà infatti un capo che pascerà il mio popolo, Israele. Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire con esattezza da loro il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme esortandoli: «Andate e informatevi accuratamente del bambino e, quando l'avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch'io venga ad adorarlo». Udite le parole del re, essi partirono. Ed ecco la stella, che avevano visto nel suo sorgere, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti poi in sogno di non tornare da Erode, per un'altra strada fecero ritorno al loro paese.

Traduzione liturgica della Bibbia

Commento al Vangelo di :

San Bernardo (1091-1153), monaco cistercense e dottore della Chiesa
Omelia 1 per l’Epifania

« Prostatisi lo adorarono »

Il disegno di Dio non è stato soltanto di scendere sulla terra, ma di esservi conosciuto; non soltanto di nascere, ma di farsi conoscere. Di fatti, per giungere a tale conoscenza abbiamo questa celebrazione dell’Epifania, che è il giorno della sua piena manifestazione. Oggi infatti, i magi sono venuti dall’oriente alla ricerca del Sole di Giustizia al suo sorgere (Ml 3,20). Di lui leggiamo: “Ecco un uomo che si chiama Oriente” (Lc 6,12). Oggi hanno adorato il parto nuovo della Vergine, seguendo la direzione indicata da una stella nuova. Non troviamo forse in questo, fratelli, un gran motivo di gioia, come pure in questa parola dell’Apostolo Paolo: “Si sono manifestati la bontà di Dio, Salvatore nostro, e il suo amore per gli uomini” (Tt 3,4)...

Cosa fate, o magi, cosa fate? Adorate un lattante, in una capanna qualsiasi, in fasce miserabili? Questi sarebbe forse Dio? “Ma il Signore nel tempio santo, il Signore ha il trono nei cieli” (Sal 10,4) e voi lo cercate in una stalla, sul seno di una madre? Cosa fate? Perché offrite quest’oro? Questi è forse il vostro re? Ma dov’è la sua corte regale, dov’è il suo trono, dov’è la folla dei suoi cortigiani? Una stalla è forse un palazzo? Un presepio un trono? Maria e Giuseppe i membri della sua corte? Come degli uomini sapienti sono diventati stolti al punto di adorare un bambino, disprezzabile tanto per la sua età quanto per la povertà dei suoi?

Stolti sono divenuti, sì, per diventare sapienti; lo Spirito Santo ha insegnato loro in anticipo, ciò che dopo l’apostolo Paolo ha proclamato: “Se qualcuno tra voi si crede un sapiente in questo mondo, si faccia stolto per diventare sapiente; poiché infatti nel disegno sapiente di Dio, il mondo con tutta la sua sapienza non ha conosciuto Dio, è piaciuto a Dio di salvare i credenti con la stoltezza della predicazione” (1 Cor 1,21; 3,18)... Si prostrano dunque davanti a questo povero bambino, gli rendono omaggio come a un re, lo adorano come un Dio. Colui che li ha guidati al di fuori con una stella ha diffuso la sua luce nel segreto del loro cuore.

mercoledì 2 gennaio 2008

Quando lo scienza confessa: ho sbagliato

leggi qui l'articolo
-------------------------------------------------------------------------------------
ore 23,47
voglio dedicare questo video (l'esibizione dell'ICEGALA 2007 era ripresa molto meglio...se la trovate, ditemelo!) a quei bimbi ai quali la nostra cultura di morte nega l'amore:

un giorno per noi...ci sarà un tempo in cui l'AMORE vincerà!